WeRoad

Data investimento

Settembre 2021

Location

Milano

Settore

Traveltech

Fase del ciclo di vita

Growth

Descrizione breve

WeRoad, scale up italiana nata nel 2017, è contemporaneamente un tour operator, un community business e una travel tech company.

Erika De Santi, Fabio Bin, Paolo De Nadai

Founder




Descrizione

Nonostante le restrizioni ai viaggi, WeRoad ha registrato un 2020 solo di poco inferiore all'anno precedente, ma nel 2021 si avvia a chiudere l'anno con ricavi superiori all'era pre-Covid. "Sono stati due anni difficili - ha commentato Paolo De Nadai, CEO e founder di WeRoad - le restrizioni hanno messo a dura prova la serenità di tutti noi, la solitudine è esplosa e con essa l'esigenza di tornare a viaggiare, condividere esperienze, vivere di nuovo una vita piena e libera".

L'ultimo round da 13,5 milioni di euro è finalizzato a finanziare crescita ed espansione internazionale.

Mercato

Il mercato di riferimento di Weroad è quello dei viaggi esperienziali per fasce d’età, per i Millennial.

L’80% dei Millennial cerca un’esperienza di viaggio unica, più local, avventurosa  e personale, cercando di offrire autenticità: strutture e cibo locali, itinerari non turistici, esperienze autentiche.

Il 64% dei Millennial non è in una relazione stabile, Weroad crea piccoli gruppi  (8-15 persone) della stessa età gestiti da un coordinatore, così si crea una travel community. 

Il 75% dei Millennial vuole la libertà di creare e/o personalizzare il proprio itinerario. Weroad offre flessibilità: stili di viaggio differenti per ogni itinerario, partenze tutto l’anno, libertà di scelta del volo, attività suggerite e non obbligatorie.

Weroad si differenzia dai suoi competitor, a livello internazionale, tra cui: Contiki, G adventures, Intrepid, e a livello più locale, tra cui: Studiosus, Avventure nel mondo, Flash Pack (fallita per insolvenza nel 2020), per l’alta digitalizzazione/social del business, la chiara definizione delle fasce d’età e dei gruppi di persone, la creazione di community locali